FARE L’AMORE (risorgere) Matteo 28,1-10

thumbnail (1)

FARE L’AMORE (risorgere)

Matteo 28,1-10

Penetra

in silenzio,

finalmente

mi abbandono.

 

Si crepa d’orgasmo

la crosta terrestre

delle mie certezze

macerie.

 

Ansima

tra lacrime

incagliate

e trafitte.

 

Carezza

dal cielo

sui miei sassi sepolcri.

 

Grido

bianco, luce, neve

E godo.

Ormai dorme la guardia

di ogni mio pudore.

 

Non è qui,

ho già voglia di Lui.

Dal Vangelo secondo Matteo

Dopo il sabato, all’alba del primo giorno della settimana, Maria di Màgdala e l’altra Maria andarono a visitare la tomba.

Ed ecco, vi fu un gran terremoto. Un angelo del Signore, infatti, sceso dal cielo, si avvicinò, rotolò la pietra e si pose a sedere su di essa. Il suo aspetto era come folgore e il suo vestito bianco come neve. Per lo spavento che ebbero di lui, le guardie furono scosse e rimasero come morte.

L’angelo disse alle donne: «Voi non abbiate paura! So che cercate Gesù, il crocifisso. Non è qui. È risorto, infatti, come aveva detto; venite, guardate il luogo dove era stato deposto. Presto, andate a dire ai suoi discepoli: “È risorto dai morti, ed ecco, vi precede in Galilea; là lo vedrete”. Ecco, io ve l’ho detto».

Abbandonato in fretta il sepolcro con timore e gioia grande, le donne corsero a dare l’annuncio ai suoi discepoli.

Ed ecco, Gesù venne loro incontro e disse: «Salute a voi!». Ed esse si avvicinarono, gli abbracciarono i piedi e lo adorarono. Allora Gesù disse loro: «Non temete; andate ad annunciare ai miei fratelli che vadano in Galilea: là mi vedranno».

3 pensieri riguardo “FARE L’AMORE (risorgere) Matteo 28,1-10

  1. Vittoria Cavalleri aprile 11, 2020 — 8:52 pm

    Grazie don Alessandro, le tue riflessioni mi riempiono di bellezza… i mie più sinceri auguri per una Pasqua. Un abbraccio.

    "Mi piace"

  2. Grazie don Alessandro delle tue riflessioni (non solo queste naturalmente …) e la Solennità della Pasqua, perché anche quest’anno la Pasqua è “solenne”, mi permette di farti arrivare i miei auguri! Buona Pasqua di risurrezione e di bene, un ricordo affettuoso e una preghiera al Buon Dio per te per la tua gente per tutti. Don Ilario

    Inviato da iPad

    >

    "Mi piace"

  3. L’essere uomo irrompe su tutto e ancora e’difficile percepire la leggerezza del cielo.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close