Fai l’amore nel mio corpo IV Avvento anno C

liturgia della Parola IV avvento C Fai l’amore nel mio corpo (Michea 5; Ebrei 10; Luca 1) IV Avvento anno C   Partorirà colei che deve partorire Non è solo un augurio, è una visione. Gli occhi del profeta non si limitano a registrare le cose della vita, gli occhi del profeta sentono la vitaContinua a leggere “Fai l’amore nel mio corpo IV Avvento anno C”

Non voglio più fare niente III domenica di Avvento C

letture della III di Avvento C Non voglio più fare niente (Sofonia 3; Filippesi 4; Luca 3) III Avvento anno C Nuovo come l’amore Basta, non voglio più fare niente. Ma lo voglio fare con passione, impegno e dedizione totale. Basta, non voglio fare niente perché non c’è bisogno di fare niente, perché tu SignoreContinua a leggere “Non voglio più fare niente III domenica di Avvento C”

Io sono l’Atteso, tu lo sguardo innamorato II domenica di Avvento C

Io sono l’Atteso, tu lo sguardo innamorato (Baruc 5; Filippesi 1; Luca 3) liturgia parola II avvento C II Avvento anno C   E poi eri lì, nel fruscio leggero di un vestito che lasciava scoperte le carni del mio dolore.  Bello come un fruscio             Le vesti di morte scivolano ai piedi di unContinua a leggere “Io sono l’Atteso, tu lo sguardo innamorato II domenica di Avvento C”

Pane e marmellata Immacolata Concezione

Pane e marmellata (Luca 1) Liturgia della Parola Immacolata Immacolata anno C Chinarsi piano, con dolcezza, con sacrale lentezza, come avere tra le mani una farfalla che si desidera riconsegnare al volo. Sedersi piano, nel silenzio intatto, svelare un grande panno e stupire dentro il vapore appena visibile del caldo respiro del pane. Lui ciContinua a leggere “Pane e marmellata Immacolata Concezione”

Io sono l’atteso I domenica di Avvento C

Io sono l’Atteso (Geremia 33; 1Tessalonicesi 3; Luca 21) I Avvento anno C Credevo di dover aspettare la tua nascita. Me l’hanno sempre spiegato così l’Avvento. Attendere la nascita di Gesù. Preparare il cuore. Come se non bastasse l’attesa ordinaria, quel Vuoto che mi spinge a cercare continuamente brandelli di vita promettente, quel Vuoto cheContinua a leggere “Io sono l’atteso I domenica di Avvento C”

Il Re bestemmia Cristo Re

Il Re bestemmia (Giovanni 18,33-37) “Sei tu il re dei Giudei?” il punto interrogativo tradisce la verità: questa non è una domanda. Una domanda prevede disponibilità e apertura, una domanda, se è vera, nasce dalla fragilità e dalla disposizione all’ascolto, al cambiamento. Pilato è il volto del potere e il potere non può permettersi ilContinua a leggere “Il Re bestemmia Cristo Re”

giornate riflessione Liguria PROGRAMMA DEFINITIVO

GIORNATE DI RIFLESSIONE IN ATTESA DELL’ATTESO Incontro all’Avvento con le letture della liturgia domenicale BOCCA DI MAGRA (LA SPEZIA) MONASTERO SANTA CROCE http://www.monasterosantacroce.it   Venerdì 23 novembre Arrivi e sistemazione Ore 20,00 Cena Ore 21,00 meditazione   Sabato 24 novembre Colazione fino alle ore 8,45 Ore 9,00 Lodi A seguire Meditazione Silenzio, Meditazione Personale, possibilità diContinua a leggere “giornate riflessione Liguria PROGRAMMA DEFINITIVO”

Lieve, la vita che non muore XXXIII del tempo ordinario B

Lieve, la vita che non muore (Marco 13,24-32) domenica 18 novembre 2018, XXXIII del tempo ordinario B La tribolazione finisce e sembra che nessuno se ne accorga. Tutti a rimpiangere la luce del sole che non c’è più, l’assenza del riflesso della luna, le stelle staccate dal fondale e nessuno, nessuno, a dire che, semplicemente,Continua a leggere “Lieve, la vita che non muore XXXIII del tempo ordinario B”

Alla fine, bastiamo XXXII del tempo ordinario B

Alla fine, bastiamo (1Re 17; Marco 12,38-44) domenica 12 novembre 2018, XXXII del tempo ordinario B   Nella sua testa piangono pensieri amari. Pochi. Ripetitivi. La vita sta soffiando vuoto dentro le esistenze, la chiamano carestia, ma poi è solo un modo tra i tanti per dire: morte. Lei non è così preoccupata, lei èContinua a leggere “Alla fine, bastiamo XXXII del tempo ordinario B”

Lontano io non sono XXXI del tempo ordinario B

Lontano io non sono (Marco 12,28-34) domenica 4 novembre 2018, XXXI del tempo ordinario B E lui si avvicina. Con movimento lento, caldo, delicato. Osa la prossimità, e lo fa con pudore perché i sentimenti sono cristalli fragili, basta un niente, un pensiero troppo spigoloso, lo scatto di una paura, la presunzione di avere capito.Continua a leggere “Lontano io non sono XXXI del tempo ordinario B”